ITALIANI ASSOLUTI, BENATTI ORO IN FIGURE

GRUPPO ATLETI CAMPIONI ITALIA 2018
Il gruppo atleti vincitori del titolo di Campione Italiano. Da sinistra Carlo Allais, Alice Bagnoli, Luca Spinelli, Ginevra Buonopane, Nicholas Benatti e Greta Tagliati.


SAN GERVASIO (Brescia) 12.08.2018 - Con l'assegnazione dei Titoli Assoluti, cala il sipario sui Campionati Italiani di Sci Nautico che da Mercoledì 8 a Domenica 12 hanno tinto di tricolore il Lago di San Gervasio.
L'ultima giornata è dedicata alle finalissime delle tre specialità che hanno visto in Slalom confermarsi Alice Bagnoli che con il risultato di  2.00/12 precede Beatrice Pirri e Greta Tagliati, un ex equo a 1.00/12 che consegna l'argento alla Pirri accreditata di un miglior risultato nelle qualifiche. In campo maschile Carlo Allais si aggiudica la gara di Thomas De Gasperi, clamorosamente eliminato sabato in batteria. Senza nemmeno Matteo Luzzeri incappato in un errore poco dopo il via del campo a 11mt. nelle qualifiche, l'atleta azzurro della Nazionale vince a mani basse chiudendo la sua gara a 1.00/10.25. Medaglia d'argento per Luca Spinelli (3.00/10.75) e bronzo per Manuel Domini (2.5/10.75). Il desenzanese Nicholas Benatti con il risultato di 1.50/10.75, resta ai piedi del podio per una sola boa.
Nel Salto vittoria di Luca Spinelli che con un volo di 58,1 mt. surclassa Francesco Caldarola che si ferma a 56,2mt. Più staccato Bryan Bisetti che con 48,0 mt. torna a casa con la medaglia di bronzo. In campo femminile, Ginevra Buonopane con un salto di 41,5 mt. vince senza rivali, Greta Tagliati piazzata seconda si ferma a 32,0 mt. e Arianna Sacco terza con un volo di 30,5 mt.
Nell'ultima gara in programma arriva la tanto sospirata medaglia d'oro da appendere al collo di un atleta bresciano. A conquistarla è Nicholas Benatti che nella gara di Figure sbaraglia il campo con una prova tecnicamente perfetta che non lascia dubbi sulla sua supremazia. L'atleta desenzanese con 9830 punti conquista il titolo di Campione d'Italia precedendo in classifica Edoardo Marenzi (8200 punti) e Luca Spinelli (6360). Poco prima Greta Tagliati aveva messo le mani sul titolo femminile, con 5670 punti anticipa in graduatoria Ginevra Buonopane di soli 50 punti, terza Beatrice Pirri con 4760.
A conclusione della kermesse, i calcoli della combinata, si aggiudiacno il titolo: Luca Spinelli e Greta Tagliati.
Un applauso va al giovanissimo Edoardo La Malfa. L'atleta di Alfianello (Brescia) astro nascente dello sci nautico, a soli 12 anni conquista due finali cimentandosi con atleti già navigati e di categoria superiore. Per le medaglie c'è ancora tempo.

CAMPIONATI DI CATEGORIA. LE IMPRESE DI PARTH E BENATTI NON BASTANO, TITOLO PER CLUB A SOLUNTO

Florian Parth %28Jolly Ski Brescia%29
L'atleta della Jolly Ski Florian Party con le sue 4 medaglie (3 ori e un argento) conquistati ai Campionati di Categoria (ph. Gilardi)

SAN GERVASIO (Brescia) 10.08.2018 - Si sono disputati nel bacino d’acqua del Jolly Ski Brescia, i Campionati Italiani di Categoria che hanno visto assegnare i titoli Nazionali anche ad alcuni atleti del sodalizio bresciano. Questi sono: Florian Parth (Figure, Salto e Combinata Under 14), Nicholas Benatti (Figure Open), Roberto Sabaini (Salto Over 55), Maria Teresa Gervasi (Slalom e Figure Over 55).
Nella classifica per Club, la Jolly Ski Brescia, alla ricerca del 13° titolo, cede invece lo scettro conquistato l’anno passato a Recetto ai nuovi Campioni d’Italia del Solunto, squadra siciliana che si è imposta nella classifica finale grazie alla linea giovane composta da Di Bernardo, Marino, Cuffaro, Martorana e Acquaviva.

Di seguito giornata per giornata il commento alle gare. Domani sabato 11 Agosto scattano i Campionati Italiani Assoluti.

PRIMA GIORNATA MERCOLEDì 8.08.2018
Nella
prima giornata dei Campionati Italiani di Categoria di Sci Nautico, si sono dati battaglia gli under 10-12-14 e 17 maschili e femminili per le discipline Slalom e Salto.
La giornata inizia nel migliore dei modi per la squadra di casa della che conquista due titoli con Florian Parth che si laurea così Campione d'Italia Under 14 sia in Salto che il Slalom. Con un risultato di rilievo virando due boe con corda a 11.25) l'atleta della Jolly Ski ha tenuto a distanza il favorito Vincenzo Marino che si ferma a soltanto mezza boa indietro. Abissale il distacco su Tommaso Mortara terzo classificato che con 4.00/14.25 deve accontentarsi del gradino più basso del podio.
Stessa storia nella gara di Salto dove Florian Parth (mt. 35,2) concede il bis su Vincenzo Marino ancora secondo con mt. 33,0, precede l'atleta di Alfianello Edoardo La Malfa di solo mezzo metro. Una prestazione per Edoardo La Malfa che mette in luce tutto il suo talento ed il suo momento di migliore forma. Il giovane portacolori bresciano infatti, è un Under 12 che si è cimentato con atleti di una categoria superiore ed il terzo posto mette in luce tutte le sue doti.
Momenti di paura nella gara di Salto Uomini categoria Under 17, nel secondo salto il romano Carlo Fiammenghi con uno stacco dalla pedana troppo anticipato, gli ha causato una caduta in verticale che, anche complice la velocità, avrebbe potuto avere conseguenze ben oltre il colpo di frusta che si è procurato con l'impatto in acqua e la contemporanea perdita del caschetto. L'atleta è stato subito soccorso dall'ambulanza presente durante le gare e trasportato in elicottero all'Ospedale Civile per accertamenti, ma era cosciente seppur sotto shock.
Tra le donne spicca il risultato ottenuto nel salto di mt. 29,5 da parte di Nina Maria Mezzetti ritenuta la Miglior Best Performance.

SECONDA GIORNATA GIOVEDI’ 9.08.2018
Nella seconda giornata, si registra ancora un titolo tricolore per la truppa bresciana.
Nicholas Benatti si laurea Campione d'Italia nella categoria Figure con il punteggio di 9200 davanti al piemontese Luca Spinelli che non va oltre i 7370 punti. Sul gradino più basso del podio il milanese Riccardo Cavalli Tancredi staccato dal campione desenzanese di oltre 5000 punti.
Nella categoria figure Under 14, ancora un podio per Thomas Parth, l'atleta del club di San Gervasio deve arrendersi al neo Campione d'Italia Leonardo Boldini accontentandosi della medaglia d'argento. Un risultato che comunque non spegne il sorriso a Florian Parth dopo i due titoli conquistati ieri in Slalom e Salto, quella di Figure non è infatti la sua migliore specialità ed un secondo posto davanti  a Vincenzo Marino terzo nella graduatoria finale, vale quanto una vittoria.
Nell'Under 17 vittoria a mani basse per Edoardo Marenzi (Flip Point) che precede nella classifica finale il romano Francesco Caldarola e il bresciano Ettore Ghisi che all'ultima manche strappa il podio al fratello Alberto
Dopo i successi di ieri in Slalom e Salto, si confermano Campionesse d'Italia Nina Maria Mezzetti (del Club Parco del Tevere) nell'Under 14 donne e Martina Bagnoli nella categoria open. Si confermano anche Giorgia Cuffaro e Vittoria Saracco rispettivamente nelle categorie Under 10 e 12.
Titolo tricolore anche per Maria Teresa Gervasi, la sua prestazione porta nel carniere del Jolly Ski Brescia, un cospicuo numero di punti che consente al club bresciano di balzare in testa alla classifica provvisoria a squadre, titolo che verrà assegnato al termine delle gare di domani.

TERZA GIORNATA VENERDI’ 10.08.2018
Nella terza e conclusiva giornata destinata allo Sci Nautico diviso per categorie, spicca il podio della categoria Open Maschile per due bresciani gli atleti Nicholas Benatti e Matteo Luzzeri che conquistano rispettivamente le medaglie di argento e di bronzo lasciando il gradino più alto del podio a Carlo Allais, vice campione ai recenti giochi del mediterraneo.

L'atleta torinese, con il risultato di 5.00/10.75,mette le mani sul titolo già nella prima manche della giornata inaugurale e a nulla valgono i risultati di tutto rispetto del desenzanese Benatti che si ferma alla terza boa con corda a 10.75 e del bresciano Matteo Luzzeri che chiude con 2.50/10.75
Sorpresa in campo femminile dove Carlotta La Ganga conquista il titolo Open a discapito di Martina Bagnoli favorita alla vigilia.
Nell'Under 21 grandissima prestazione di Francesco Cadirola che con un risultato che nulla ha da invidiare a quelli di atleti  di categorie Open e Assoluti (2.00/10.75) si laurea Campione d'Italia precedendo sul podio Edoardo Marenzi ed il bresciano Alberto Ghisi. Nell'Under 21 donne l'azzurra Alice Bagnoli vince precedendo nella classifica finale Beatrice Pirri e Greta Tagliati.
Negli Over vittoria per Maria Grazia Molinelli e per Maria Teresa Gervasi tra le donne e vittorie per Patrizio Buzzotta e per Sergio Tamanza tra gli uomini.
Nel Salto, in acqua i piccoli Under 10 e 12 vedono laurearsi Campioni d'Italia Giorgia Cuffaro, Salvatore Martorana e Margherita Serafica. Nella categoria più avanzata, terzo successo per Nina Maria Mezzetti e Francesco Caldarola. Quest'ultimo nella gara riservata agli Under 21, precede Edoardo Marenzi ed il bresciano Ettore Ghisi.
Successo Over per il milanese Roberto Sabaini che gareggia per la società di San Gervasio.
Nella combinata il titolo Under 14 va a Florian Parth che in tre giorni di gare ha sbaragliato il campo vincendo i titoli tricolori in Salto e Slalom piazzandosi secondo in Figure.
A conclusione dei tre giorni di gare, i conteggi la classifica del titolo tricolore per club, vede il punteggio migliore per Solunto. Il team siciliano beffa sul filo di lana i bresciani del Jolly Ski che cedono il tricolore dopo essersi aggiudicate le ultime due edizioni. Terzo il club Parco Del Tevere Roma.

CONVOCAZIONE UNDER 21 PER ALBERTO GHISI

picture.
Alberto Ghisi in azione (ph. Andrea Gilardi)

SAN GERVASIO (Brescia) 09.07.2018 - Il risultato ottenuto alla Pro Am di 2/11,25, risultato già ottenuto per ben 3 volte in questa stagione, ha permesso all’atelta sangervasino di adozione Alberto Ghisi , di essere invitato alla selezione per la partecipazione agli Europei Under 21 che si svolgeranno in Roquebrune in Francia presso il Centro Federale Monegasco dal 2 al 3 Settembre.

Complimenti ad Alberto ed un "in bocca al lupo" in vista della sua nuova e importante esperienza.

Michele Brignani, quando i sogni illuminano la vita


michele-brignani-matteo-luzzeri
Michele Brignani con l'atleta azzurro Matteo Luzzeri

SAN GERVASIO (Brescia), 27.06.2018 -  Michele Brignani, 19 anni, scia sull'acqua per il Jolly Ski. Una vita apparentemente normale come tanti suoi coetanei, ma Michele all'età di 12 anni contrae la sindrome di Stargardt, una patologia ereditaria della retina che si manifesta in gioventù e porta gradualmente fino alla cecità.
Questa malattia infatti, si manifesta con l'abbassamento graduale della vista fino alla sua completa perdita. Michele giorno dopo giorno in tre anni, vede la luce della natura spegnersi gradualmente fino al buio totale, condizione che lo accompagna da ormai 4 anni.

Michele però non si da’ per vinto, coltiva i suoi sogni fino a farli diventare realtà. 
Michele ha una forza d'animo impressionante, nel suo presente e nel suo futuro ci sono scuola e sport. Nella scuola è ora impegnato nel quarto anno al liceo di Scienze Umane "Fabrizio De Andrè" di Brescia.
Nello sport è invidiabile impegnandosi tra tatami e il lago di San Gervasio con le sue due passioni: il katate e lo sci nautico.
Proprio nella sfera dello sci nautico la scorsa settimana una troupe composta da un fotografo e dalla responsabile Telethon, ha seguito Michele nella sua giornata tipo in previsione della messa in onda di Telethon, la maratona Rai finalizzata per raccogliere fondi. Un'iniziativa creata in Italia nel 1990 da un'idea di Susanna Agnelli in collaborazione con l'Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare (Uildm), il progetto nasce per finanziare e promuovere ricerca scientifica sulle malattie genetiche e rare, Telethon ha avuto nella scorsa edizione la presenza in studio di Michele Brignani che si è raccontato.
Anche noi attraverso le pagine delle news del sito jollyski.com, vogliamo presentarvi il giovane Michele attraverso un'intervista realizzata sul pontile del Centro Sci Nautico di San Gervasio

.matteo-brignani-claudio-benatti
L'atleta del Jolly Ski Michele Brignani
con l'allenatore Claudio Benatti

 

Dove vuole arrivare Michele Brignani?
Il mirino l'ho già puntato sull'università. Studierò per diventare psicologo.

Come si è avvicinato lo sci nautico?
Il primo responsabile è Fedele Luzzeri (Presidente Jolly Ski n.d.r.) che mi ha aperto le porte di questa disciplina. Poi la bravura dei due tecnici Genadi Guralia e Claudio Benatti, che tutti i giorni mi seguono in allenamento, hanno fatto il resto.

Ma cosa ha fatto scattare la passione?
Le cose estreme mi sono sempre piaciute. Lo sci nautico è uno sport molto adrenalinico e che si fa sull'acqua, due componenti essenziali per il mio carattere.

Come riesce un non vedente a fare la disciplina di slalom?
Viene utilizzata un'apparecchiatura denominata Audio-Slalom. Si tratta di un computer applicato sul piantone della barca che crea queste boe virtuali che si basano sul tiro della corda. L'apparecchiatura emette un suono quando si vira la boa virtuale in modo corretto, ne fa tre quando si sbaglia concludendo la gara.

Quel'è il miglior risultato fin qui ottenuto?
Mi sto ancora perfezionando, so di avere ancora molti margini di miglioramento. I miei risultati ora sono ancora lontani, ma conto di potermi esprimere al meglio già da questa stagione.

Quanto è impegnativo l'allenamento dello sci nautico?
Per quanto riguarda la logistica, vivo a San Gervasio e quindi per me non è troppo impegnativo venire ad allenarmi due volte al giorno. In questo sport gli allenamenti hanno durata breve, 15 minuti al massimo, proprio perchè l'intensità è talmente elevata che le energie si esauriscono in poco tempo.

Ma con questa voglia di fare, è lei che sta dando molto alla sua famiglia, o è la famiglia che le sta dando molto?
Dopo essere diventato un non vedente a tutti gli effetti, la mia famiglia mi ha dato molto. Io sto cercando di riconoscere i meriti per quello che ha fatto e che tutt'ora sta ancora facendo per me.
Ma io giorno per giorno voglio dimostrare a me stesso di essere capace di fare tante cose. Non sono uno che si arrende anzi, voglio affermarmi.

Testo e Foto di
Nando Vescusio


##########