Trofeo Tomassini: vittorie e medaglie per Parth, La Malfa e Benatti



Florian Parth (1) RECETTO (Novara) 01.07.2018 - Gli atleti del Jolly Ski Brescia, tornano dal Centro Federale di Recetto con una valigia colma di medaglie. Nella 24^ edizione del Trofeo Tomassini disputatosi nel meraglioso centro del novarese, i giovani Florian Parth ed Edoardo La Malfa si contraddistinguono nella gara di salto categoria Under 14, Alberto Ghisi vince la gara di slalom Under 21 migliorando il suo primato personale virando 2 boe complete con corda a 11 metri e Nicholas Benatti che si impone nello Slalom Open, ma nulla può nella gara di Figure contro i due francesi Alexandera Pateau e Pierre Ballon dovendosi accontentare del gradino più basso del podio.

Nel salto categoria Under 14, stavolta è Florian Parth a imporsi sul suo compagno di squadra Edoardo La Malfa che solo sette giorni prima a San Gervasio lo aveva beffato in classifica con un salto di mt. 25,8 che gli è valso il primato personale. Parth salta mt. 34,7 e sale sul gradino più alto del podio davanti a La Malfa che si ferma a 27,3 e a Vincenzo Marino dello Ski Club Solunto. L'atleta siciliano però si prende la rivincita nella gara di figure regolando il classifica i due portacolori del sodalizio bresciano. Infine per Parth anche un terzo posto nello slalom dietro Vincenzo Di Bernardo e Vincenzo Marino.

Nell'Under 21 uno strepitoso Alberto Ghisi con 2.00/11.00 vince la gara di slalom imponendosi sul campione di casa Alessandro Astolfi che si ferma invece a 1.50/12.00.

Nella categoria Open, nella giornata di sabato Nicholas Benatti viene preceduto nella classifica Figure dal francese Alexander Pateau vincitore sul connazionale Pierre Ballon, un terzo posto che però non delude l'atleta di Desenzano comunque in crescita in vista di importanti appuntamenti in calendario in Agosto. Nicholas Benatti però nella mattinata di domenica si impone nella gara Slalom con un risultato d'eccezione (1 boa completa con corda a 10.75) che gli consente di vincere di misura sull'atleta del Flipoint Lago D'Orta Edoardo Marenzi. Terzo l'atleta della Nazionale Italiana Francesco Caldarola dello Sci Nautico Laghetto Sperlonga.

Nando Vescusio

Michele Brignani, quando i sogni illuminano la vita


michele-brignani-matteo-luzzeri
Michele Brignani con l'atleta azzurro Matteo Luzzeri

SAN GERVASIO (Brescia), 27.06.2018 -  Michele Brignani, 19 anni, scia sull'acqua per il Jolly Ski. Una vita apparentemente normale come tanti suoi coetanei, ma Michele all'età di 12 anni contrae la sindrome di Stargardt, una patologia ereditaria della retina che si manifesta in gioventù e porta gradualmente fino alla cecità.
Questa malattia infatti, si manifesta con l'abbassamento graduale della vista fino alla sua completa perdita. Michele giorno dopo giorno in tre anni, vede la luce della natura spegnersi gradualmente fino al buio totale, condizione che lo accompagna da ormai 4 anni.

Michele però non si da’ per vinto, coltiva i suoi sogni fino a farli diventare realtà. 
Michele ha una forza d'animo impressionante, nel suo presente e nel suo futuro ci sono scuola e sport. Nella scuola è ora impegnato nel quarto anno al liceo di Scienze Umane "Fabrizio De Andrè" di Brescia.
Nello sport è invidiabile impegnandosi tra tatami e il lago di San Gervasio con le sue due passioni: il katate e lo sci nautico.
Proprio nella sfera dello sci nautico la scorsa settimana una troupe composta da un fotografo e dalla responsabile Telethon, ha seguito Michele nella sua giornata tipo in previsione della messa in onda di Telethon, la maratona Rai finalizzata per raccogliere fondi. Un'iniziativa creata in Italia nel 1990 da un'idea di Susanna Agnelli in collaborazione con l'Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare (Uildm), il progetto nasce per finanziare e promuovere ricerca scientifica sulle malattie genetiche e rare, Telethon ha avuto nella scorsa edizione la presenza in studio di Michele Brignani che si è raccontato.
Anche noi attraverso le pagine delle news del sito jollyski.com, vogliamo presentarvi il giovane Michele attraverso un'intervista realizzata sul pontile del Centro Sci Nautico di San Gervasio

.matteo-brignani-claudio-benatti
L'atleta del Jolly Ski Michele Brignani
con l'allenatore Claudio Benatti

 

Dove vuole arrivare Michele Brignani?
Il mirino l'ho già puntato sull'università. Studierò per diventare psicologo.

Come si è avvicinato lo sci nautico?
Il primo responsabile è Fedele Luzzeri (Presidente Jolly Ski n.d.r.) che mi ha aperto le porte di questa disciplina. Poi la bravura dei due tecnici Genadi Guralia e Claudio Benatti, che tutti i giorni mi seguono in allenamento, hanno fatto il resto.

Ma cosa ha fatto scattare la passione?
Le cose estreme mi sono sempre piaciute. Lo sci nautico è uno sport molto adrenalinico e che si fa sull'acqua, due componenti essenziali per il mio carattere.

Come riesce un non vedente a fare la disciplina di slalom?
Viene utilizzata un'apparecchiatura denominata Audio-Slalom. Si tratta di un computer applicato sul piantone della barca che crea queste boe virtuali che si basano sul tiro della corda. L'apparecchiatura emette un suono quando si vira la boa virtuale in modo corretto, ne fa tre quando si sbaglia concludendo la gara.

Quel'è il miglior risultato fin qui ottenuto?
Mi sto ancora perfezionando, so di avere ancora molti margini di miglioramento. I miei risultati ora sono ancora lontani, ma conto di potermi esprimere al meglio già da questa stagione.

Quanto è impegnativo l'allenamento dello sci nautico?
Per quanto riguarda la logistica, vivo a San Gervasio e quindi per me non è troppo impegnativo venire ad allenarmi due volte al giorno. In questo sport gli allenamenti hanno durata breve, 15 minuti al massimo, proprio perchè l'intensità è talmente elevata che le energie si esauriscono in poco tempo.

Ma con questa voglia di fare, è lei che sta dando molto alla sua famiglia, o è la famiglia che le sta dando molto?
Dopo essere diventato un non vedente a tutti gli effetti, la mia famiglia mi ha dato molto. Io sto cercando di riconoscere i meriti per quello che ha fatto e che tutt'ora sta ancora facendo per me.
Ma io giorno per giorno voglio dimostrare a me stesso di essere capace di fare tante cose. Non sono uno che si arrende anzi, voglio affermarmi.

Testo e Foto di
Nando Vescusio


##########

13° International, un salto da primato per La Malfa. Vittorie Jolly per Guralia e Luzzeri

salto02

Una fase della gara di salto

SAN GERVASIO (Brescia) 26.06.2018 - Si è svolto nel fine settimana dal 22 al 24 Giugno, l'International San Gervasio manifestazione internazionale di Sci Nautico che ha visto cimentarsi nel bacino della bassa bresciana atleti da diverse parti d'Europa nelle specialità di Slalom, Figure e Salto. In gara anche Tayla Simmons, l'unica atleta giunta nel vecchio continente dalla lontana Australia.
I risultati della prima giornata hanno rispettato le previsioni della vigilia, sebbene un forte vento ne abbia condizionato le varie performance.
Nello slalom sono gli azzurri a fare la voce grossa in classifica aggiudicandosi 6 gare su 7. Sul gradino più alto del podio infatti salgono Guglielmo Saracco (U.12 M), Lola Ballocco (U.12F), Nina Maria Mezzetti (U.14F), Gabriele Trani (U.17M) e Arianna Sacco (U.17F). L'unico successo non italiano se lo aggiudica lo svedese Simon Aldmann che nella categoria Under 14 maschile con 3,50@12.00, regola il portacolori del Jolly Ski San Gervasio Florian Parth che si ferma a 2,00@12.00.
Nella categoria Figure disputatasi nel pomeriggio, è ancora il forte vento ad essere protagonista. Dopo una prima manche che rispecchia il valore delle forze in acqua, la gara viene sospesa più volte nella seconda parte per non danneggiare troppo gli atleti impegnati in una disciplina così tecnica.
Riescono comunque a fregiarsi di una vittoria i fratelli Saracco (Guglielmo nell'Under 12 Maschile e Vittoria nell'Under 12 Donne), Nina Maria Mezzetti e Leonardo Boldini nella categoria Under 14), la svizzera Mara Bürge e Bryan Bisetti nell'Under 17.


Nella seconda giornata, finalmente placato il vento, si è potuto gareggiare in condizioni ottimali.
Subito in acqua i big della categoria figure, con il fuoriclasse francese Pierre Ballon che con 11350 punti si impone sul connazionale Alexander Poteau. Terzo il bresciano della Jolly Ski Nicholas Benatti con 10210 punti.
In campo femminile vittoria dell'australiana Tayla Simmons, seconda la svizzera Alizée Paturel.
Nella gara di salto, buon risultato per il tredicenne atleta del Jolly Ski Brescia Edoardo La Malfa che regola lo svizzero Souci con un distacco abissale. Il giovane saltatore di Alfianello, ha migliorato il suo record personale portandolo a metri 25,8.
Nella gara Under 17, vince l'italiano Carlo Fiammenghi sul tedesco Antoni, mentre in campo femminile vittoria di Nina Maria Mezzetti.

Nella terza e ultima giornata, la tradizione vuole la disputa delle finali Slalom Open e Senior, non fa eccezione nemmeno l'edizione 2018 regalando anche diversi spunti interessanti.
Migliore in assoluto l'atleta georgiano, ma ormai considerato sangervasino a tutti gli effetti,
Genadi Guralia del Jolly Ski San Gervasio che con il risultato di 1,00@10,75 si è imposto nella categoria Open davanti allo spagnolo Sauvat ed all'azzurro Astolfi in continua crescita che chiude con 2,00@11.25 . Da segnalare anche il quarto posto di Alberto Ghisi che stabilisce il suo PB con 1,00@11.25.
Nella categoria Senior vittoria di Stefano Palombo nell'over 45 con 3,00@10.75 e di Fedele Luzzeri nell'over 55 con 4,00@12.00.
In campo femminile, la tedesca Geena Krueger vince nella categoria Open con un buonissimo 4,50@11.25. Mentre tra le senior vittorie per la francese Johanna Souci e l'italiana Maria Teresa Gervasi.
Consulta i risultati completi sul sito iwwfed-ea (clicca qui)

Slalom Cup. Brilla la stella Nicholas Benatti

nicholas_benatti_ita Nicholas Benatti

SAN GERVASIO (Brescia) 10.06.2018 - Ha preso il via la stagione agonistica italiana dello sci nautico con lo Slalom Cup svoltosi nella calda giornata di Giugno nelle acque del lago artificiale di San Gervasio.
Un avvio con il botto per la lunga fila di risultati di rilievo che i 26 atleti giunti da tutta europa, hanno regalato al pubblico posizionato sulle sponde del bacino della bassa bresciana.
Su tutti quella dell'austriaco Under 14
Nikolaus Attensam che dopo due grandi performance nella mattinata, nel pomeriggio ha virato due boe con corda a 10.75, un risultato che lo proietta tra i big e verso la riconferma del titolo europeo conquistato nel 2017. Dietro di lui Florian Parth che dopo un primo round da dimenticare, si è messo in luce delle due successive prove, ma l'austriaco oggi era davvero inarrivabile.

Tra gli under 17, miglior risultato per il monegasco
Alexis Keusseoglou che ha preceduto lo svizzero Mike Frei.    

Nella categoria Open, grande risultato del
bresciano Nicholas Benatti che regola nell'ordine il Georgiano naturalizzato sangervasino Guralia Genadi e lo spagnolo Theodore Sauvat. Per Nicholas Benatti si è trattata di una prova in slalom che non è la disciplina alla sua maggior portata, ciò malgrado è riuscito a lasciarsi alle spalle campioni di tutto rispetto con il risultato finale di 3 boe con corda a 10,75.

Nella categoria senior vittoria dell'italiano
Patrizio Buzzotta negli over 45 e del Presidente del Jolly Ski Brescia Fedele Luzzeri nella categoria over 55.

In campo femminile, manifestazione priva di atlete azzurre, sono risultate migliori l'austriaca
Marie Attensam (Under 17), la greca Marie Vympranietsova (open) e l'iberica Marie Blanche Tapiero nella categoria senior over 55.

Prossimo appuntamento bresciano dello sci nautico dal 22 al 24 giugno con il 13° International San Gervasio, che abbinerà gare di slalom, figure e salto. Un gustoso antipasto per quello che sarà il piatto forte della stagione con il
Pro-Am dal 6 all'8 Luglio, dove si cimenteranno in gara i migliori 40 atleti al mondo.

Nando Vescusio

Stagione 2018: San Gervasio capitale mondiale

PRESENTAZIONE STAGIONE SCI NAUTICO (3)
Il tavolo dei relatori: Alessandro Vanoi, Luciano Serafica, Fedele Luzzeri e Giampaolo Mantelli (Ph. Mirko Vallara)


BRESCIA 31.05.2018
- Alla presenza del Presidente Nazionale della Federazione Italiana Sci Nautico e Wakeboard Luciano Serafica, di Alessandro Vanoi (Segretario Nazionale), Giampaolo Mantelli (Delegato a Brescia della Federazione) e del Presidente della Jolly Ski San Gervasio Fedele Luzzeri, è stata presentata nella giornata di giovedì 31 nella cornice dell'Hotel Vittoria di Brescia, la stagione agonistica 2018.
Brescia quest'anno vivrà un'intensa stagione,il Presidente Serafica ha definito la città della Leonessa "l'Università" di questo sport perchè qui si sono sempre tenute gare prestigiosissime e con incredibili risultati. "Non è un caso - ha aggiunto il Presidente Federale in conferenza stampa - che a San Gervasio si allenino i migliori atleti della Nazionale Italiana e tanti ragazzini che sono il futuro di questo movimento.”
Brescia dunque Università dello Sci Nautico, e visto il programma gare si può capire il perché. Innanzitutto 6 gare su un programma di 19 manifestazioni nella scaletta della Federazione Italiana, avranno luogo nel bacino del lago di San Gervasio, attuale sede e campo gara della Jolly Ski. Tra queste spiccano due gare internazionali di grande valore: come l'International San Gervasio del 22-24 Giugno e la Pro-Am del 7-9 Luglio. Quest'ultima è il fiore all'occhiello del club sciistico della bassa bresciana, quest'anno infatti il presidente Fedele Luzzeri è riuscito a iscrivere alla manifestazione i migliori 40 atleti del panorama mondiale. Si vedranno in competizione a San Gervasio campioni del calibro di Nate Smith, Freddie Winter, Manon Costard, Regina Jaquess e altri campioni plurititolati a livello mondiale.
Alla gara anche Thomas De Gasperi, due volte Campione del Mondo (Austria 2007 e Russia 2011) e balzato alla ribalta per la sua partecipazione all'ottava edizione di Ballando con le stelle, talent show di Rai Uno dove ha vinto il premio per l'esibizione più emozionante. Tra i campioni bresciani Matteo Luzzeri, che tra 20 giorni rappresenterà l’Italia ai Giochi del Mediterraneo e il giovane Nicholas Benatti che ha già all’attivo diversi risultati di prestigio nel ranking mondiale.
Ad Agosto a San Gervasio sarà la capitale d'Italia, si disputeranno infatti i Campionati Italiani di Categoria (da mercoledì 8 a venerdì 10) e quelli Assoluti (sabato 11 e domenica 12). Una grande opportunità per Jolly Ski San Gervasio di mettersi in luce sia nel panorama Nazionale che Internazionale, come ha detto in conferenza stampa il Presidente del sodalizio bresciano Fedele Luzzeri:Nel 2018 San Gervasio avrà gli occhi del mondo dello Sci Nautico puntati addosso e grazie a questa opportunità, arriveranno in provincia atleti e accompagnatori da tutte le parti del globo, una grande occasione per lo sviluppo del turismo bresciano che non bisogna farsi scappare”.
Dopo alcune descrizioni tecniche a beneficio dei profani da parte del Segretario della Federazione Italiana Sci Nautico Alessandro Vanoi, il microfono passa al Delegato della Federazione a Brescia Giampaolo Mantelli: ”Le manifestazioni di Sci Nautico che si svolgono a Brescia sono più seguite all’estero che dagli sportivi bresciani. Questo perché non sono a conoscenza del valore a livello mondiale della società del Presidente Luzzeri e del bacino di San Gervasio. Il nostro impegno sarà di sensibilizzare il movimento anche con l’aiuto della stampa che è sempre il più importante veicolo per la divulgazione dello sport

Nando Vescusio